In prima fila per la crescita del territorio ci sono i professionisti: commercialisti, legali, ingegneri, architetti, artisti, scienziati, consulenti. Tutte categorie oggi bistrattate e sottoutilizzate che possono però rilanciarsi con iniziative di qualità in grado di lasciare il segno in una prospettiva positiva di futuro per il territorio.